e-learning
partners-banner

A BOVA IL PRIMO INCONTRO sul PROGETTO “Pos mathènnome tin Glossa Grèka tis Calavrìa / Come impariamo la lingua Greca di Calabria”

 Per la Difesa e la Valorizzazione

 della Lingua e Cultura Greco-Calabra

BIBLIOTECA F.MOSINO –FILELLENO-BOVA

Via Vescovado 89033 Bova- Reggio Calabria – Italia

www.apodiafazzi.it      apodiafazzi@alice.it    00393452542506   carmelogiusnucera@libero.it  tel.00393483898988       C.F. 92003780803 CODICE IBAN : IT92W0103081310000001704657

-Iscritta al Registro Regionale delle Associazioni della Provincia di Reggio Calabria art 6 LR 16/85 al N° 462 – Decreto N° 5905 del 11.05.04

-Iscritta all’Albo Regionale delle Associazioni e degli organismi di cui all’art. 13 della L.R. 15/03, al N° “04”

Gemellato dal 07/07/2012 con i  Circoli Culturali :Thofilos e Anagnostirio di Agiassos, Mytilene, LESBO.

 

A BOVAIL PRIMO INCONTRO   sul PROGETTO

 “Pos mathènnome tin Glossa Grèka tis Calavrìa / Come impariamo la lingua Greca di Calabria”

Un incontro per la valutazione e sperimentazione  del nuovo metodo di insegnamento del Greco di Calabria

e delle unità didattiche destinate ai ragazzi e  agli adulti.

Sabato,10 novembre 2012alle ore 15,00 a Bova / Palazzo Tuscano- Centro Visite Parco Nazionale dell’Aspromonte, Presieduto da Carmelo Giuseppe Nucera Presidente Circolo Apodiafazzi,  si terrà unprimo incontro  di presentazione del progetto“Pos mathènnome tin Glossa Grèka tis Calavrìa / Come impariamo la lingua Greca di Calabria”.

L’incontro è organizzato dai Circoli di Cultura Greca Apodiafazzi e Odisseas  proponentidel progetto.

 

Quello di Bova è il primo di una serie di incontri  nei Comuni dell’Area Calabrogreca.

Particolari e novità metodologiche del progetto, saranno illustrati  dalla Prof.ssa Isabelle OZTASCIYAN BERNARDINI D’Ardesano.Professore a contratto di Lingua e Letteratura Neogreca  Università del Salento                                                                                                        

Responsabile scientifico del progetto "Pos matome Griko", in corso di svolgimento a Lecce.

Seguirannogli interventi:

Dott. Giorgio Vincenzo Filieri

Docente di lingua grika  nella Grecìa Salentina

Prof.ssa Anna Dimitri laureata in Lingue e Letterature Straniere. Si occupa  di teatro, cinema e cultura popolare. Insegna lingua inglese e griko. Conduce laboratori di teatro e di scrittura cinematografica nelle scuole e ha prodotto numerosi spettacoli teatrali e cortometraggi. Dal 2005 conduce seminari di musica, lingua e tradizioni del Salento  presso  il Centro Linguistico di Ateneo dell’Università del Salento . Collabora al progetto “Pos matome griko” e cura in particolare  “Rapsodi- tante voci raccontano la Grecìa”.

Prof.ssa Sandra AbbateLa metodologia C.L.I.L.  nell'insegnamento della lingua greco-salentina

Prof  Filippo Violi –Studioso Calabrogreco

Prof.ssa Franca Falduto  Referente regionale  Minoranze linguistiche  -U.S.R.-Calabria                                                                                                                       

Conclude Prof. Franco ALTIMARI – Pro-Rettore dell'Università della Calabria

Ha assicurato la partecipazione una delegazione in rappresentanza del MIUR- Minoranze Linguistiche –Direzione Regionale della Calabria

Partecipano Docenti e Cultori della Minoranza Calabrogreca

Il progetto”Pos mathènnome tin Glossa Grèka tis Calavrìa / Come impariamo la lingua Greca di Calabria”

potrebbe rientrare nel programma comunitario Lifelong Learning e nasce per promuovere e tutelare la lingua Calabrogreca, proprio nelle aree in cui si parla, sviluppando un metodo di insegnamento all’avanguardia che ne renda l’apprendimento possibile a tutti e ovunque, arrivando così a colmare un vuoto didattico, metodologico e storico, causa principale della dispersione di questo millenario patrimonio linguistico e storico.

 

La novità di questo progetto consiste, nell'applicazione, per la prima volta nell'insegnamento di una lingua minoritaria, della stessa metodologia stabilita dal Consiglio d'Europa, utilizzata per l'insegnamento delle lingue ufficiali europee come lingue straniere, il “Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue” (QCER),  basato sulla divisione per livelli di conoscenza e competenza linguistica (elementare A1/A2, intermedio B1/B2, avanzato C1/C2) . 

I tradizionali strumenti didattici come vocabolari, libri, corsi di lingua per bambini ed adulti, sono, inoltre coadiuvati dall’utilizzo delle moderne ITC applicate al settore dell'istruzione. Il progetto, prevede, infatti lo sviluppo di un sito web dedicato , di una piattaforma linguistica multimediale e di un software didattico, studiati per coinvolgere e catturare l’attenzione dei più giovani, senza dimenticare, però il pubblico dei più adulti che avranno a disposizione un sistema didattico completo e integrato per l’apprendimento del Calabrogreco a tutti i livelli.

Proprio per il grande valore innovativo il progettoPos mathènnome tin Glossa Grèka tis Calavrìa / Come impariamo la lingua Greca di Calabria”

Intendiamo sollecitare  il  patrocinio della Direzione Regionale dell’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria- Ministero dell’Istruzione, dell’Università  e della Ricerca, ed Il Patrocinio del MIUR è  un importante riconoscimento al valore  del Progetto  e al lavoro di tutto il team di progetto.

Il team progettuale proponiamo che venga coordinato dal Circolo Apodiafazzi e composto da docenti che hanno maturato esperienze di insegnamento e da espertii cultori partner internazionali di alto profilo e di grande esperienza nel campo della progettazione e della realizzazione di iniziative finalizzate alla valorizzazione e alla salvaguardia dei beni culturali dei paesi dell’area euromediterranea quali: La disponibilità di materiali didattici moderni e uno specifico programma di formazione sono i punti di forza del progetto per rafforzare la consapevolezza del valore culturale e storico che la lingua Grika ha avuto sulle popolazioni interessate e che può e deve essere salvaguardato.

Vùa 25/10/2012

 Dott Carmelo Giuseppe Nucera

Presidente Circolo di Cultura greca Apodiafazzi